II MODULO

project_master_nuovedimensioni-1-480x251.jpg

a cura di Rossella Milone e in collaborazione con il Master in Lavoro Editoriale di Scuola del Libro

 

 

 

 

Scrivere e terminare.

16 incontri con Rossella Milone di cui quattro con il Master in Lavoro Editoriale.

Per un totale di 32 ore di lavoro.

Per partecipare al II Modulo di LPR è necessario aver seguito già il I Modulo, oppure si può accedere tramite selezione (leggi qui come).

 

Il laboratorio avrà cadenza settimanale feriale da Lunedì 4 Febbraio al 27 Maggio 2019.

Questa è la proposta laboratoriale per chi ha già maturato un minimo di esperienza nella scrittura. E’ un percorso che intende potenziare la padronanza stilistica, la consapevolezza compositiva, la rifinitura della forma breve e stimolare una maggiore consapevolezza narrativa. Il percorso prevede quattro incontri con gli allievi del Maser in Lavoro Editoriale di Scuola del Libro, che daranno l’occasione agli autori di un confronto editoriale altamente formativo. Il corso  è quindi adatto a chi ha bisogno di fare pratica, approfondire, migliorarsi, entrare più in profondità nelle tematiche che riguardano la narrativa breve e la pratica di scrittura in generale.

I migliori elaborati prodotti durante il corso di Trenta Cartelle saranno raccolti in un e-book curato e redatto dal Master in Editoria, e diffuso sui migliori canali on line del settore.

Il II modulo è aperto a chi ha frequentato il I Modulo o  tramite selezione.

 

Calendario e Programma
 

1.       Questioni di stile (Febbraio – Marzo)

·         Una finta semplicità. Come si fa a costruire l’anima di un racconto? Attraverso lo stile o attraverso il contenuto? Il racconto, come tutta la narrativa in generale, funziona solo se contenuto e stile sono ben amalgamati, senza che l’uno prevalga sull’altro, ma in maniera semplice: riuscire a raggiungere questa (finta) semplicità è la capacità dei più grandi scrittori di narrativa.

·         Dialoghi, descrizioni, scene. Imparare a maneggiare i contenuti e gli accessori che rendono funzionante un racconto è di vitale importanza per la sopravvivenza del racconto stesso.

·         Inizi e finali. Il racconto ha poco spazio per convincere il lettore. L’incipit e il finale sono le zone del racconto più complesse, difficili e delicate da comporre, da maneggiare con molta cura.

·         Il racconto narra sempre due storie. La composizione di un racconto è saper raccontare mantenendo un segreto: in narrativa omettere è più difficile che dire; l’esercitazione, la lettura e la scrittura ci aiuteranno in questo difficile ma affascinante processo.

 

2 . Scrivere è riscrivere (Aprile)

In continuità con quanto proposto nella prima parte del programma, dedicheremo moltissimo tempo alla scrittura e alla riscrittura, per riuscire a scrivere uno o più racconti autonomi e autosufficienti. Esercizi, maratone di scritture, lunghe sessioni di pratica ci aiuteranno a raggiungere quanto più possibile la propria voce autoriale per poterla mettere, poi, alla prova nello step successivo.

project_master_nuovedimensioni-1-480x251.jpg

3. Valutare (Aprile-Maggio)

Gli allievi avranno modo di lavorare a stretto contatto con chi ha intenzione di fare dell’editing, della valutazione e della composizione di un libro il proprio mestiere. Gli autori in erba di Trenta Cartelle e gli editor e i redattori in erba del Master in Editoria di Scuola del Libro, si alleneranno, si confronteranno e si formeranno vicendevolmente attraverso un percorso sinergico di lettura e scrittura. I testi prodotti da ciascun allievo di Trenta Cartelle sarà lavorato, visionato e editato dalla classe del Master in Editoria al fine di fornire momenti di formazioni fortissimi e utilissimi per la propria pratica autoriale: lo scopo è quello di simulare il lavoro in casa editrice, tale da fornire non solo un importantissimo riscontro per quanto riguarda la propria scrittura, ma anche per imparare a creare quel particolarissimo rapporto umano che esiste tra uno scrittore e un editor.