Workshop intensivo con Paolo Cognetti

cognetti21Aprile.jpg

"La tensione del racconto è tutta tra il visibile e l'invisibile"

Paolo Cognetti, A pesca nelle pozze più profonde, minimum fax


Un racconto è una casa, un luogo in cui le storie vanno scovate e ripescate dal buio degli angoli, dai cassetti, dagli scheletri nell'armadio. A volte, una storia si nasconde dietro la luce che fa la lampada del salotto. I racconti sono nascosti ovunque, e chi li scrive impara a mantenere un segreto, pur svelandone la bellezza.

Questo workshop intensivo con uno dei più bravi scrittori di racconti italiani, è un'occasione imperdibile per chi desidera immergersi nel mondo imprevedibile, sofisticato e pieno di grazia della narrativa breve. Un workshop pratico/teorico in cui chiunque - appassionati, curiosi, principianti -  può imparare a gestire gli strumenti che si nascondono tra le righe di un racconto.

Il workshop è aperto a tutti.
 

Programma

10.00/12.00  Letture e analisi di racconti esemplari

12.00/13.00  Analisi ed editing di uno dei racconti degli allievi provenienti dal II Modulo di Trenta Cartelle (gli allievi esterni non sono tenuti a portare alcun materiale).

13.00/14,00 Pausa pranzo

14.00/16.00 A pesca nel racconto: attività pratica di scrittura in otto sezioni 

16.00/17.00 Finestra di lettura degli elaborati degli allievi


Quando e dove

Sabato 21 Aprile 2018, ore 10,00/17,00

Presso Libreria Assaggi, via degli Etruschi 4, Roma. (Zona San Lorenzo).

 

Costi e iscrizioni

Il workshop costa 100,00 euro

Per iscriversi: scrivere a rivistacattedrale@gmail.com 

Disponibilità fino a esaurimento posti.

La quota di partecipazione non verrà restituita in caso di mancata partecipazione.


Paolo Cognetti è nato a Milano nel 1978. 
È autore dei documentari Vietato scappareIsbamBoxLa notte del leoneRumore di fondo. Per minimum fax media ha realizzato la serie Scrivere/New York, da cui è tratto il documentario Il lato sbagliato del ponte, viaggio tra gli scrittori di Brooklyn.
Per minimum fax ha pubblicato Manuale per ragazze di successo (2004), Una cosa piccola che sta per esplodere (2007), vincitore, tra gli altri, del Premio Fucini, del Premio Settembrini e finalista al Premio Chiara, Sofia si veste sempre di nero, selezionato al Premio Strega 2013 e A pesca nelle pozze più profonde. Meditazioni sull'arte di scrivere racconti. Ha vinto il Premio Strega Giovani e il Premio Strega con il romanzo Le otto montagne (Einaudi 2016).